Questo sito utilizza cookie tecnici, senza profilazione, solo per statistiche anonime

  • “Il volto dell’Anima” è un libro particolare. Appartiene, infatti, a quella categoria di opere a cui non è possibile attribuire un’etichetta. Potrebbe essere un libro di psicologia o forse di esoterismo o forse di psicologia esoterica. Qualcuno, però, potrebbe, a ragione, definirlo un saggio filosofico. E qualcuno, infine, potrebbe coglierne, la vena indubbiamente poetica. Il motivo di ciò è che il suo contenuto consente a tutte le etichette di descriverlo ma nessuna ha la capacità di contenerlo e, quindi, a nessuna appartiene. Si tratta, infatti, di un’opera viva che, come uno specchio, richiama in superficie ciò che nel lettore attende da tempo di uscire alla Luce, richiamato da un suono assonante: il volto della sua Anima

    Vai alla descrizione del Libro

  • il giorno 4 ottobre alle ore 20.30 presso la Casa d Riposo "Guizzo Marseille" a Volpago del Montello (TV), sala Pianoforte,l'autore Luca Militello terrà una conferenza di presentazione del libro "Il Volto dell'Anima - Verso la Psicologia dello Spirito"

    Vai all'evento

  • 4 Ottobre 2019 Conferenza di presentazione del libro "IL VOLTO DELL'ANIMA - Verso la Psicologia dello Spirito" Casa di Riposo "Guizzo Marseille" Volpago del Montello (TV)

    Vai al video della conferenza

  • Domenica 9 Gennaio 2020 Al momento opportuno, l’Anima richiama la nostra attenzione e tutta l’esistenza acquista una nuova dimensione. Molte persone oggi iniziano a percepire questa stimolazione, spesso attribuendole altri significati. Seguire il suo ritmo e intenderne il linguaggio implicano una grande spinta e una costante determinazione nel voler affrontare e risolvere (tramite la comprensione del senso sottostante) le questioni appartenenti al campo dell’ego (o personalità) che ne impediscono la completa espressione.

    Vai all'evento

  • LA DIMORA DELL'ISPIRAZIONE 5 Incontri online in collaborazione con l'Istituto di Psicosintesi sede di Catania Verranno proposte delle esperienze guidate alternate a momenti di condivisione al fine di iniziare a comprendere ed esplorare il campo dell'Ispirazione e del suo significato nella nostra esistenza. Gli incontri saranno coordinati da Sergio Guarino, presidente dell'Istituto di Psicosintesi, e da Luca Militello. Il ciclo di incontri inizierà giovedì 14 Maggio e avrà cadenza settimanale (sempre il giovedì) con orario dalle 18.00 alle 20.30

    Vai all'evento

Sessioni individuali Psicologia e Anima

 

 

 

 

MODALITA' DI SVOLGIMENTO

Nell'approccio psicologico che considera l'Anima al centro dello sviluppo dell'individuo, le problematiche e i disagi di natura psichica (e non solo) sono interpretati come fattori di sviluppo da inserire in una lettura che parta proprio dalla concezione dell'esistenza e dell'azione che la componente spirituale attua nella vita della persona.

Il tipo di incontro che propongo necessita di una grande spinta e una forte determinazione nell'affrontare i propri limiti e le proprie convinzioni, che spesso si rivelano tutt'altro che scontati quando osservati dal punto di vista del cammino spirituale e umano.

L'accezione del termine "spirituale" qui nominato, non deve essere intesa come un fattore che nasce da un aspetto religioso o legato a qualche genere di credenza, ma è relazionata ad un elemento concreto che partecipa alla nostra vita e di cui la terapia psicologica tradizionale non tiene conto.

Chiunque può decidere di intraprendere questo percorso, ma ciò che deve essere compreso fin dall'inizio è che il tipo e la qualità del risultato dipende principalmente dalla disponibilità e volontà di mettersi in gioco nel momento in cui, con il procedere degli incontri, emergono i fattori che sono alla base del proprio malessere. Affrontarli e trasformarli spesso implica dei passaggi che non tutti sono disponibili ad attuare. La libera scelta viene rispettata, ma il vero cambiamento passa sempre attraverso delle fasi dove ci viene richiesto di mettere in pratica ciò che sentiamo e i principi verso cui aspiriamo.

Le sedute si svolgono con una modalità simile a quella attuata in ambito psicologico, tuttavia vengono integrate da diverse forme introspettive e intuitive (quali la Meditazione e la Musica) volte al contatto e alla percezione della componente spirituale, senza la quale qualunque processo che possa realmente contribuire alla comprensione del malessere, diviene sostanzialmente inapplicabile. Questa ultima precisazione differenzia in maniera decisiva il lavoro tipicamente psicologico e/o psicoterapico dal genere di percorso che qui viene proposto.

Gli incontri si svolgono a Mestre (VE) e hanno la durata minima di 2 ore; talvolta si spingono anche molto oltre al fine di completare una particolare fase che emerge nel momento. Tuttavia i tempi e i modi vengono sempre concordati con il diretto interessato.

 

COSTI E FREQUENZA DEGLI INCONTRI

Questi aspetti meritano un minimo di approfondimento e spiegazione.

Gli incontri si svolgono SEMPRE secondo la formula di OFFERTA LIBERA.

A scanso di equivoci e interpretazioni fuorvianti, è bene conoscere le motivazioni di base per cui applico questa modalità:

1) è la persona che al termine dell'incontro decide di dare una valutazione di ciò che è accaduto e dei passaggi che in lei si stanno manifestando. Questa riflessione che fa la aiuta a rendersi maggiormente consapevole dei propri passaggi, eliminando la possibile insoddisfazione nel dover pagare qualcuno (con l'idea di delegare ad altri la risoluzione del proprio problema) senza, secondo lei, aver raggiunto un risultato soddisfacente, ma anche di dover offrire troppo poco (può sembrare strano ma sovente capita anche questo) quando capisce che si sono aperte delle nuove inaspettate prospettive di consapevolezza.

2) viene svincolata la motivazione dell'incontro, ovvero il sostegno a qualcuno che in qualche misura si trova in difficoltà, dalla necessità di quantificarlo preventivamente in termini economici, anche perchè non esiste una durata fissa delle sessioni. Nessuno ha voglia di perdere tempo in questo tipo di impegni; di solito lo fa per necessità. In altri casi le vere motivazioni comunque emergono quasi immediatamente e quindi gli incontri vengono subito interrotti senza protrarli inutilmente.

3) esiste una possibile dipendenza economica tra operatore e persona che chiede aiuto. Malgrado molti terapeuti affermino che così non è, è altrettanto evidente che essi vivono grazie ai ricavi delle sedute con i propri pazienti, quindi è molto difficile stabilire fino a dove questo aspetto sia del tutto etico e valutato con assoluta oggettività, e quanto sia spinto invece dall'assicurarsi una entrata economica. Si dice spesso che questo genere di lavoro è come gli altri e quindi è giusto che ci sia un corrispettivo economico. A mio avviso la questione è molto più complessa, in quanto è sempre estremamente difficile determinare lo stato psicologico oggettivo della persona, e questo aspetto facilmente viene usato come leva per prolungare i trattamenti; al centro di tutta la questione rimane però la sofferenza della persona. Di fatto molti percorsi terapeutici possono durare anche molti anni, con un enorme esborso da parte dei pazienti, i quali alla fine spesso risultano essere insoddisfatti per la permanenza del loro malessere (e questo può accadere sempre, indipendentemente dal terapeuta per le ragioni viste al punto 1) ) ma anche per il notevole impegno economico profuso. Proprio per questa ragione che reputo molto importante ho deciso di continuare a sostenermi attraverso altre attività che assicurino la mia sopravvivenza e, al contempo, non inquinino minimamente il rapporto che intendo instaurare con chi chiede il mio sostegno in questa sede.

4) Riprendendo il punto 3) voglio sottolineare un altro aspetto degli incontri qui proposti: nell'arco di qualche seduta (spesso anche alla prima) solitamente accade qualcosa che fa comprendere alla persona il tipo di lavoro da dover iniziare e cosa implichi questo percorso. Capita che, malgrado la sofferenza, la persona decida di non voler proseguire perchè mettere mano alla propria esistenza in maniera efficace richiede scelte e sforzi che in quel momento non vuole o non si sente di assecondare. A quel punto diviene inutile proseguire ma può capitare che in un futuro più o meno lontano l'interessato ci ripensi o sia pronto per farsi carico pienamente della propria esistenza.
La maggior parte delle volte accade quindi che la frequenza degli incontri sia molto più bassa di quella settimanale solitamente proposta dai percorsi tradizionali, e venga lasciato alla persona di ascoltarsi e sentire quale sia il momento più appropriato per ritrovarsi. Talvolta possono passare settimane, mesi o addirittura anni, il che non deve stupire. Ognuno ha bisogno dei propri tempi ed esperienze di vita per assimilare i contenuti interiori. L'obiettivo è sempre la crescita della Coscienza.

 

Per qualunque informazione inviare una mail al seguente indirizzo, provvederò appena possibile a rispondere. Grazie

Luca Militello

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica ilVenerdì, 30 Agosto 2019 08:22

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Aggiornamenti dalla pagina Facebook "Psicologia e Anima"